travel image

NAMIBIA: UN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI LUOGHI SCONOSCIUTI E "NON".

Durata: 15 giorni dall'Italia e 13 giorni in loco
Sistemazioni: lodge/guesthouse/campsite/wildcamp
Trasporto: 4x4 (3 passeggeri + autista per veicolo)


Il viaggio:


1° giorno: WINDHOEK – DESERTO DEL NAMIB

All’arrivo in aeroporto, incontro con Michele, dopodiché partenza immediata per il Deserto del Namib, passando attraverso lo Spreetshoogte Pass dal quale si potrà ammirare uno spettacolare panorama sulla zona pre-desertica. Pernottamento al lodge. Prima colazione e cena inclusi.

2° giorno: DESERTO DEL NAMIB: DUNE DI SOSSUSVLEI – SESRIEM CANYON
Dopo colazione, intera giornata dedicata alla visita delle famose dune di Sossusvlei e del Sesriem Canyon. Il Deserto del Namib, il più antico del mondo, si estende per 400 Km da sud a nord (e circa 120 Km da est a ovest) ed è un vero e proprio “deserto vivente”: dal vicino Oceano Atlantico arriva la fredda corrente antartica del Benguela che, portando una buona dose di umidità, soprattutto notturna, influisce su un ricchissimo sistema di vita

inimmaginabile per un deserto all’apparenza così arido. Orici, springbok e struzzi sono gli animali più visibili e poi ancora insetti ed uccelli, più raramente rettili; tutti hanno sviluppato mirabili tecniche di sopravvivenza adattando il proprio metabolismo ad un ambiente così estremo. Ci si addentra, percorrendo 60 Km di strada asfaltata, in uno scenario fantastico di dune via via sempre più alte, dove i morbidi colori della sabbia contrastano con un cielo quasi sempre limpidissimo. Si arriva a Sossusvlei (la navetta è inclusa), dove una depressione forma un “miracoloso” lago (la presenza dell’acqua dipende dalla quantità di precipitazioni durante la stagione delle piogge) contornato da alte dune: da qui raggiungiamo Deadvlei, “il lago morto”, sovrastato dal “Big Papa” (la più alta duna della zona) che offre un emozionante scenario, quello che è, forse, il più bello e fotografato panorama della Namibia. Pernottamento al lodge. Prima colazione e cena inclusi.

3° giorno: DESERTO DEL NAMIB – SWAKOPMUND

Dopo colazione si parte per Swakopmund, via Solitaire; inizialmente si costeggia il Namib Naukluft Park, dopodiché lo si attraversa. Il percorso offre interessanti vedute panoramiche sulla morfologia del territorio. Proseguendo verso nord e poi decisamente verso ovest si arriva, non lontani dall’oceano, alla piana delle Welwitschia: qui, le particolari condizioni micro-climatiche rendono possibile la vita di queste rarissime ed originali piante che possono arrivare, con una crescita lentissima, fino a 2.000 anni di vita. Non lontano da qui, il secolare lavoro erosivo del fiume Swakop offre un “paesaggio lunare” (o “Valle della Luna”), monumentale e arido panorama formato da un vasto sistema di canyon dalle ampie sfumature di colori. Pernottamento in Guesthouse/B&B. Prima colazione inclusa.

4° e 5° giorno: WALWIS BAY & SWAKOPMUND

Due giornate con escursioni lungo la costa tra Swakopmund e Walvis Bay ed attività che avremo piacere di fare, tra cui quelle più belle nelle lagune di Wavis Bay e di Sandwich Harbour. La laguna di Walwis Bay è situata a 30 Km a sud di Swakopmund, questa cittadina commerciale è il solo porto naturale della Namibia. Una lunga lingua di sabbia che nasce dal deserto e penetra nell’oceano formando un approdo sicuro in una laguna che è rifugio, oltre che di attività umane, di una discreta fauna (otarie, pellicani, gabbiani, cormorani e fenicotteri). Sandwich Harbour: dopo un tratto di spiaggia intrappolato tra sabbia e oceano, si raggiunge un magico luogo selvaggio dove le alte dune di sabbia si tuffano nell’oceano con tutta la loro imponenza. Pernottamenti in Guesthouse/B&B. Prime colazioni incluse.

6° giorno: CAPE CROSS - UGAB RIVER - DAMARALAND

Prima colazione e partenza per il nord, costeggiando l’Oceano Atlantico. Ci si inoltra nel Dorob National Park per arrivare a Cape Cross, sulle cui scogliere vive la più numerosa colonia di otarie dell’Africa Australe.
Si continua poi verso l’entroterra, per entrare nella regione del Damaraland che offre paesaggi di rara bellezza, regione semidesertica ricca di fauna e particolare vegetazione come la tipica Euforbia Damarana.

Escursione nel letto in secca del fiume Ugab e lungo i suoi affluenti dove gli elefanti, i rinoceronti e i leoni cercano cibo ed acqua. Le antilopi e le zebre di montagna con la poca vegetazione riescono a sopravvivere in questa terra arida

La sera, il verso degli animali e uccelli fanno da sottofondo alla magica notte africana. Sistemazione in campsite per la cena ed il pernottamento in tenda. Pernottamento in tenda in campeggio. Prima colazione e cena inclusi.

7° giorno: PALMWAG - DAMARALAND

Gli immensi spazi del Damaraland rappresentano una delle ultime aree faunistiche non ufficiali dell’Africa; è un’alternarsi di pianure ondulate, altopiani e montagne aspre e solitarie, di bizzarre formazioni geologiche dalle fantastiche colorazioni. Visita del sito rupestre di Twyfelfontein, le opere d’arte sono rappresentate da elaborati petroglifi, ovvero graffiti eseguiti scolpendo la dura patina superficiale che ricopriva l’arenaria della zona. La loro patina, così detta vernice del deserto, con il passare del tempo si è riformata proteggendo le incisioni dall’erosione. Dal 2007 il sito di Twyfelfontein è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità ed è incluso nella lista dell’Unesco dei monumenti da tutelare. Sistemazione in lodge. Pernottamento al lodge. Prima colazione e cena inclusi.

8° giorno: KAOKOLAND

Proseguiamo il viaggio verso il Kaokoveld e ci spingiamo, dopo aver oltrepassato la “porta” di Sesfontein, verso una delle perle della zona: il canyon di Purros. Ci si addentra nel letto del fiume che cinge il villaggio da ovest, penetrando nel suo canyon selvaggio e poi via, lungo il corso d’acqua tra pareti precipiti, in cui il cielo è uno spicchio azzurro lontano, uno squarcio tra duomi di roccia nera.

E' qui che vive lo schivo "elefante del deserto"; inizia la ricerca... Il contatto con la potenza della Natura qui è allo stato puro. Pernottamento in tenda in campeggio. Prima colazione e cena inclusi.

9° giorno: OPUWO

Proseguendo il viaggio verso nord attraverso i paesaggi del Kaokoland, si possono vedere lungo il percorso i tipici villaggi delle genti Herero, etnia caratterizzata dai vistosi costumi di stile vittoriano che indossano le donne, con gonne larghe e lunghe fino alla caviglia, fatte di decine di metri di stoffa multicolore, e con copricapi particolari. Proseguendo verso Opuwo ci inoltriamo nelle terre in cui vive l’etnia Himba, arcaico popolo di allevatori e raccoglitori, gli ultimi “pellerossa” d’Africa.

Hanno un’economia quasi soltanto di sussistenza: con la vendita di qualche capo di bestiame si procurano gli alimenti che non producono e qualche lusso, come il the ed il tabacco.
Per il resto fanno tutto con le loro mani e le risorse ancestrali: gli animali domestici e la vegetazione spontanea.

Le abitazioni coniche costruite con rami sigillati con argilla, le recinzione fatte con intrecci di rami di spinose acacie, gli attrezzi per la preparazione del cibo: tutto è come secoli fa. Le donne si spalmano il corpo con argilla impastata e grasso animale, si coprono solo il bacino con una gonnellina di pelli di capra e indossano originali monili dalla testa ai piedi. Quando gli altri Bantu di lingua Herero migrarono verso il centro della Namibia, gli Himba se ne restarono al nord, in un’area di difficile accesso, continuando a praticare la pastorizia seminomade.

Pernottamento al lodge. Prima colazione e cena inclusi.

10°, 11° & 12° giorno: ETOSHA NATIONAL PARK

Colazione in lodge e partenza per l’Etosha National Park. Questi tre giorni saranno interamente dedicati alle attività di game drive e game viewing all’interno del parco, una delle prime aree al mondo dedicate alla conservazione naturale, un vero “scrigno” di biodiversità animale e vegetale. Ci troviamo in un area di circa 23 mila Km quadrati (l’estensione del Piemonte) di cui un terzo è ricoperto dall’arido “pan”, un tempo un vasto lago salato. Etosha offre agli amanti ed ai curiosi della selvaggia vita animale una sorprendente varietà di avvistamenti: elefanti, giraffe, zebre, gnu, kudu, springbok, impala sono a portata dei nostri occhi e dei nostri obiettivi fotografici. Tra i grandi predatori, se pur schivi, si concedono alla nostra vista leoni, ghepardi e iene; il timido rinoceronte nero e l’elusivo leopardo (pur entrambi presenti in buona quantità) sono avvistamenti più rari ma che riservano grandi emozioni. Una nutrita e varia avifauna fa da contorno a questa grande esperienza di osservazione naturale. Pernottamenti nei restcamps all’interno del parco. Pernottamenti ai lodge. Prime colazioni e cene incluse.

13° giorno: ETOSHA NATIONAL PARK - WINDHOEK

Dopo colazione rientro a Windhoek. Durante il percorso si farà una fermata per la visita al mercato artigianale del legno a Okahandja. Arrivo nella capitale e trasferimento in aeroporto.

Quotazione servizi a terra complessiva:.......da definire

Euro .........

Supplemto Singola Euro .......

La quotazione dei servizi a terra comprende:

I trasferimenti da e per l’aeroporto

Mezzo di trasporto: Toyota 4x4 Double Cabine
Sistemazioni in lodges/guesthouse come da programma
Mezza pensione durante il tour, eccetto Windhoek e Swakopmund

Guida Michele Dutto

La quotazione dei servizi a terra NON comprende:

Tutti i voli
Eventuali sistemazioni in BB a Windhoek in base agli operativi volo
Tutti i pranzi, le cene a Windhoek e le cene a Swakopmund
Gli ingressi ai Parchi ed alle Aree Protette
Tutte le bevande (anche acqua e caffè, le mance e gli extra personali in genere
Le escursioni facoltative (quali game drive con mezzi scoperti all’Etosha National Park, voli panoramici, giro in barca sulla laguna di Walvis Bay, etc.)
L’assicurazione sanitaria (obbligatoria) e annullamento viaggio (facoltativa)

quanto non espressamente compreso






Prossime date:

  • dal 6/13/2023 al 6/25/2023