travel image

ALGERIA: SPEDIZIONE IN FUORISTRADA DA DJANET A HASSI MESSAOUD ATTRAVERSO 5 ERG CON MICHELE DUTTO

Durata: 16 giorni (dall'Italia) e 15 notti (in loco)
Sistemazioni: in Campeggio e in Hotel (Algeri, Djanet e Bordj Omar Driss/Hassi Messaoud)
Trasporto: Fuoristrada 4x4 particolarmente attrezzati per questo tipo di viaggio (3/4 passeggeri per veicolo)


Il viaggio:


1° giorno - ITALIA - ALGERI

Volo dall’Italia. Arrivo all'aeroporto di Algeri e trasferimento in Hotel. Pranzo e cena liberi. Pernottamento in hotel in BB.


2° giorno: ALGERI - DJANET

Arrivo in volo a Djanet e trasferimento all'Hotel.

Pranzo e cena liberi. Pernottamento in Hotel a Djanet in BB


Dal 3° al 12° giorno: DJANET, ERG D'ADMER, TIN ABARO, ERG IN ARAZOUI, PLATEAU DU FADNOUN, AFARA, ERG TIHODAINE, IN AZAOUA, ERG TIFERNINE, ERG ISSAOUENE


Djanet: oasi situata a 2.300 km da Algeri vicino all'oasi libica di Ghat, immersa nei suoi 30.000 palmeti e circondata da dune e da surreali formazioni rocciose.

La sua economia è prevalentemente agricola, percorrendo i suoi vicoli si possono scoprire deliziosi ristorantini, il mercato centrale e negozi di tutti i tipi ma è grazie al turismo che ha conosciuto un enorme sviluppo.

È la capitale del Tassili n'Ajjer, patrimonio mondiale dell'UNESCO: un grandioso museo preistorico a celo aperto ricco di un'inestimabile ricchezza archeologica con incisioni e pitture risalenti a oltre 12.000 anni fa che ci raccontano vita e pensieri dei nostri antenati.


Erg D'Admer: una lingua di dune lunga 100 km e larga 20 che si estende a sud ai confini del Niger ed a nord ai bordi dell'altopiano. I cordoni di dune si intrecciano e come tutti gli Erg si sono formati negli anni grazie alla presenza di un Oued e in questo caso si parla del grande Oued del Tafassasset, antico fiume che alimentava il più grande lago del Sahara: il Ténéré


Le dune di Tin Abaró e del vicino Erg Arazoui avvolgono le nere montagne a sud dell'altopiano del Fadnoun e si insinuano nelle valli scavate dagli antichi fiumi.


Afara: più a nord a ridosso dell'altopiano le formazioni di arenaria creano un paesaggio insolito e bello e l'omonimo pozzo è stato nella storia un'importante punto di incrocio delle antiche piste carovaniere provenienti da Amguid, Illizi e Djanet


Tihodaine: le molteplici spedizioni di Théodore  Monod lo portarono al ritrovamento di teschi di elefante e rinoceronte ai bordi delle grandi dune, testimonianza di un tempo dove tutto era verde, un lago sovrastava questo deserto e gli animali della savana vivevano floridi. Ci inoltreremo all’interno dell’erg Thiodaine scavalcando le dune per arrivare al centro, dove, sul fianco della montagna sono visibili tombe preislamiche, le cosiddette tombe solari: grandi cerchi concentrici di pietre nere al cui centro -talvolta- veniva seppellito il morto, in posizione fetale, con un viale d’ingresso la cui forma rassomiglia ad una serratura. Sempre rivolte verso il sole, di epoca neolitica, luoghi di culto oppure tombe di persone importanti in alcuni casi sepolte assieme ad oggetti di uso comune dell’epoca, quali vasi in terracotta o monili.


Incontro con i Tuareg nei loro tipici villaggi costituiti da capanne tradizionali nominate zeriba. 

Magnifiche guglie di roccia dalle forme scolpite spuntano tra passaggi impervi, le rocce con le ripide pareti ospitano mufloni, un tempo cacciati, oggi protetti dal Parco.

Ancora una pista pietrosa ci conduce in un canyon dove spuntano qua e là piccole guelta e dove si recano ad abbeverarsi asini, cammelli e capre, le acacie segnalano la presenza di acqua in profondità, le palme un punto di ristoro e di frescura. Tra le pareti del canyon è possibile scorgere le procavie, in cielo l’avvoltoio capovaccaio sovrasta ogni più piccolo movimento e più in basso il moula moula (monachella del deserto testa bianca) che ritroviamo lungo tutto il viaggio, si avvicina .. custode timoroso del segreto di Zerzura! 


Tifernine: le dune rosate avvolgono gli altopiani che le circondano, passaggi impegnativi tra le dune ed una pista pietrosa per raggiungere un’ altro deserto di dune più a ovest, il Tifernine, invalicabile: fatto di dune tra le più alte (sembra raggiungano i 300 metri), una delle parti più desolate del Sahara. Proviamo ad addentrarci nei pochissimi punti accessibili: scompaiono quasi immediatamente gli sparuti cespugli che si trovano alla base delle prime dune, la sabbia dai colori e dai toni accesi ci regala emozionanti silenzi.

Nel percorso che ci conduce all’altro erg di dune a nord/est, sostiamo ai pozzi per rinfrescarci con un’acqua fresca e limpida..


Erg Issaouane si trova nella parte orientale dell’Algeria tra l’altopiano di Tinrhert a nord e l’altopiano di Fadnoun a sud e copre un’area di circa 38.000 km2 del Sahara. Non limitandoci a contornarne i bordi sulle piste che lo aggirano, attraverseremo questo difficile e bellissimo tratto di deserto fatto di dune stellari ed a barcana senza copertura vegetale, dai colori bellissimi e caldi. Le dune a forma di stella (con più lati) si formano quando il vento spira in più direzioni mentre le dune a barcana quando spira sempre nella stessa direzione: qui dune dalle forme più svariate si susseguono: alte, basse, sovrapposte, dalle tipiche cime aguzze e con fianchi più o meno grandi che le rendono talmente particolari e diverse da far pensare che i regimi eolici sono cambiati nel tempo. Talvolta si possono incontrare piccoli bacini bagnati dalle rarissime precipitazioni dallo sfondo bianco od antichissimi paleosuoli ricchi di pestelli, macine, amigdale ed altri oggetti litici a testimoniare la vita in quelle stesse aree oggi sommerse dalle morbide sabbie. Dune ricche di vita: ad osservarle da vicino si possono scorgere i tanti “ricami” fatti dalle impronte dei piccoli insetti che le abitano.


13° e 14° giorno: BORDJ OMAR DRISS - HASSI BEL GUEBOUR - GRANDE ERG ORIENTALE

Bordj Omar Driss, oasi a ridosso ed a nord dell'Erg Issaouane mantiene il nome dato dai francesi durante la colonizzazione.

Una breve sosta ad Hassi Bel Guebur e poi in direzione nord verso Hassi Messaoud attraverso e lungo i cordoni del Grande Erg Orientale, un deserto di dune stellari (a volte isolate il cui diametro supera il kilometro) nella parte sud e di dune a barcana (più basse) nella parte nord che si inoltrano nel sud della Tunisia. 

Sistemazione in Hotel in BB (pranzo e cena liberi).


15° giorno: HASSI MESSAOUD - ALGERI

Raggiungiamo la città di Hassi Messaoud, situata ai bordi occidentali del Grande Erg Orientale, giacimento petrolifero scoperto nel 1956 di dimensioni tali che la Francia riuscì ad affermare la propria indipendenza energetica anche negli anni della guerra fredda.

Volo per Algeri nel pomeriggio.

Sistemazione in Hotel in BB (pranzo e cena liberi).


16° giorno: ALGERI - ITALIA

Volo di rientro in Italia, recarsi all'aeroporto minimo tre ore prima



2023 - QUOTAZIONE INDIVIDUALE IN DOPPIA:  €  2.750

          - Supplemento Camera Singola:  €  250



Nessuna tassa d'iscrizione

Nessun supplemento singola per la tenda

Forniamo gratuitamente la tenda singola per chi condivide la camera doppia



La quotazione comprende:

  • Mezzo di trasporto: fuoristrada 4x4 (3 passeggeri + autista)
  • Sistemazione in Hotel ad Algeri (2 notti), a Djanet (1 notte) e a Bordj Omar Driss/Hassi Messaoud (1 notte) e campeggio libero nel resto del viaggio
  • Trattamento di pensione completa durante tutto il viaggio ad eccezione dei pranzi e delle cene ad Algeri (BB), Djanet (BB) e Bordj Omar Driss/Hassi Messaoud (BB)
  • guida: Michele Dutto
  • tutto il materiale da campo, ad eccezione del sacco a pelo, del cuscino e degli asciugamani.
  • quota di iscrizione


La quotazione NON comprende:

  • I voli internazionali e nazionali e le tasse aeroportuali
  • Il visto per l’ingresso in Algeria (Euro 140)
  • le cene ed i pranzi ad Algeri, Djanet e Bordj Omar Driss/Hassi Messaoud (BB)
  • l’assicurazione sanitaria (obbligatoria) e annullamento (facoltativa) e quanto non espressamente citato nella quota “comprende”
  • Le entrate ai Parchi e aree protette
  • Le mance e gli extra personali in genere
  • Le bevande in genere (anche acqua e caffè)



INFORMAZIONI UTILI

  • Volo ITALIA - ALGERI: al vostro arrivo a Algeri, troverete la navetta (gratuita) messa a disposizione dall’Hotel, che vi verrà a prendere per portarvi all’Hotel, a pochi minuti di strada. Si raccomanda di presentarsi all’aeroporto con tre ore di anticipo;
  • Materiale da campo: è interamente fornito dall’organizzazione, ad eccezione del sacco a pelo, cuscino ed asciugamano. Le tende misurano 2.3 x 2.0 m - altezza 1.60, forniamo materassini confortevoli e bacinelle per lavarsi: ogni tenda, materasso e bacinella sono numerati per uso proprio durante tutto il viaggio. I campi vengono effettuati tra le dune o in posti lontani da centri abitati o villaggi. Usufruiamo di tavoli e sedie per la colazione e la cena, mentre il pranzo sarà un pic-nic con pasti freddi. I viveri sono conservati con utilizzo di frigo/freezer da campo. Lo staff si occuperà del montaggio e smontaggio del campo mentre voi vi occuperete della vostra tenda. 

Il bagaglio deve essere limitato ad un max di 15 kg e SOLO in borsoni morbidi (anche con ruote)

  • Formalità: Visto necessario.
  • Disposizioni Sanitarie: nessuna

N.B.: Per ragioni organizzative l'itinerario potrà essere variato. Se la situazione lo rendesse necessario altri cambiamenti potranno essere apportati sul posto dalla guida 




Prossime date:

  • dal 3/15/2023 al 3/30/2023