travel image

CIAD ENNEDI: DA NIOLA DOA AL PARCO NAZIONALE DI ZAKOUMA

Durata: 18 giorni / 17 notti (dall'Italia)
Sistemazioni: Tenda - Lodge - Hotel
Trasporto: 4x4


Il viaggio:


1° giorno:  ITALIA - N'DJAMENA

Partenza dall'Italia con volo di linea ed arrivo in serata a N'Djamena, capitale del Ciad nonché città più popolosa ed industrializzata, fondata dai Francesi con il nome di Fort- Lamy (conservato fino al 1974) e nota come una delle città più belle del Sahel prima della guerra civile. All'aeroporto incontro la guida, trasferimento e pernottamento in hotel.
 
2° e 3° giorno: N'DJAMENA - ABECHE' 

In mattinata lasciamo la capitale ed iniziamo a percorrere il lungo tratto di strada che costeggia la regione del Guèra seguendo la direttrice che ci porterà ad Abechè, capoluogo della prefettura che ha questo stesso nome. Incantevole città vecchia di stile orientaleggiante con mura fortificate e molte moschee, Abechè era la capitale del potente sultanato sudanese dell'Ouaddai, che ha dominato una vasta zona del Ciad prima della conquista francese del 1912. 

Dal 4° al 7° giorno: KALAIT - REGIONE DI ARCHEI
 
Seguendo la pista arriviamo a Kalait, villaggio sorto in seguito al trasferimento degli abitanti dal vicino centro di Oum Chalouba, diventato una base militare. Proseguendo, i paesaggi e la circostante vegetazione iniziano a cambiare e la savana lascia il posto alle regioni desertiche e rocciose dagli incantevoli scenari dei confini meridionali dell'Ennedi, che faranno da sfondo agli incontri con le popolazioni locali, ancora non avvezze al turismo (etnie Zagawa, Bideyat, Gaeda, Tama ed arabe). Ci addentriamo nella regione di Archei, dove è facile avere l!impressione di vivere in un mondo preistorico: villaggi neolitici, macine, pestelli e reperti ovunque, rocce scolpite ed erose dal vento che per millenni le ha modellate costruendone labirinti, archi di diversa ampiezza creando un ambiente spettacolare, figure dalle sembianze più stravaganti, veri e propri ricami di pietra. Sovente poi tra queste formazioni si insinuano profondissime gole che terminano in “guelte”, come il grandioso anfiteatro di Archei chiuso tra pareti a picco in arenaria, dove sentiremo echeggiare i blaterii dei dromedari mentre si abbeverano in base all'ordine di precedenza stabilito dai nomadi e dove trovano rifugio da epoche remote alcuni coccodrilli nilotici. Passeggeremo lungo questi incantevoli luoghi, la cui vegetazione è principalmente costituita da acacie, esplorando ripari e grotte che celano pregevoli pitture e rare incisioni.

Dall'8° all'10° giorno: FADA - NIOLA DOLA
 
Procedendo con direzione nord, incontriamo il villaggio sahariano di Fada: la strada si inerpica sulle montagne del massiccio dell'Ennedi per raggiungere nella parte dell'estremo Nord la depressione del Murdi. Un'immensa lingua di sabbia divide l'Ennedi dai rilievi dell'Erdi: dune a barcana ricche di reperti neolitici molto raffinati si estendono da Ovest (Erg di Djurab) fino ad entrare ad Est, nel vicino Sudan. Tra le formazioni di arenaria che lo contornano la presenza di insediamenti testimoniano una vita passata. Niola Doa: "Il luogo delle fanciulle" in lingua locale, uno dei più scenografici siti rupestri del Ciad, segnalato la prima volta dal Capitano francese Courtet nel 1954. Conosciuto dai nomadi come il luogo delle "danzatrici" per via delle incisioni che rappresentano figure femminili con il corpo interamente decorato di motivi geometrici, sembra risalire all’epoca dell’addomesticamento dei bovidi come indicano anche i corti bastoni disposti orizzontalmente sulle spalle delle stesse.

Dall'11° al 13° giorno: DEPRESSIONE DEL MURDI - BISHAGARA

Lasciato il sito rupestre di Niola Dola attraversiamo la depressione del Murdi per raggiungere la località di Bishagara, roccaforte di arenaria ai cui piedi le pitture rupestri testimoniano la presenza in un’altra epoca di abbondanza di acqua e fauna, tipiche di un clima a carattere tropicale.
Attraversando una grande piana, si avrà l'occasione di incontrare i nomadi ai pozzi con i loro cammelli all'abbeverata. Lungo questo tragitto, antica via carovaniera che collegava il Mediterraneo all'Africa Nera tocchiamo nuovamente la località di Abechè.

Dal 14° al 15° giorno: PARCO NAZIONALE DI ZAKOUMA

In direzione Sud raggiungiamo il Parco Nazionale di Zakouma, uno dei parchi più ricchi di animali di tutta l'Africa. Leoni, elefanti, bufali, coccodrilli, giraffe, diverse tipi di antilopi e molteplici specie di uccelli. Primo Parco Nazionale del Ciad, istituito come Riserva Faunistica nel 1950 dal colonnello Michael Anna, e successivamente divenuto Parco nel 1963, oggi uno straordinario modello di conservazione della fauna. Qui gli animali selvatici dell'Africa centrale ed occidentale, tra cui la giraffa del Kordofan e gli elefanti, dopo aver subito anni di bracconaggio, hanno trovato un rifugio sicuro ed ogni anno vengono rilevate nuove nascite. E' parte di African Parks, attualmente gestito da una coppia di Sudafricani che ne hanno cambiato l'aspetto sia dal punto di vista organizzativo che dell'accoglienza, portandolo ad un livello paragonabile ai grandi Parchi dell'Africa Australe. Un semplice ma accogliente lodge ci attende a Zakouma per farci assaporare questo spettacolare mondo degli animali, un piccolo grande paradiso.
   
16° e 17° giorno: N'DJAMENA
 
Un lungo trasferimento via terra ci porta alla capitale. Arrivo in searta a N'Djamena e sistemazione in Hotel in bed and breakfast.
Giornata successiva a disposizione per la visita della città e sistemazione in day-use (in camera singola o doppia a seconda della richiesta), in tarda serata trasferimento in aeroporto per il volo diretto su Parigi.
 
18° giorno: ARRIVO IN ITALIA
 
Di prima mattina, arrivo a Parigi e cambio di aeromobile per il rientro in Italia, dove l'arrivo è previsto in mattinata. 

QUOTA INDIVIDUALE SERVIZI A TERRA (min. 8 pax): Euro 3.100,00
SUPPLEMENTO SINGOLA: Euro 350,00


La quota comprende:
- accoglienza all'aeroporto di N'Djamena
- trasporto in vetture fuoristrada
- n. 2 pernottamenti in Hotel a N'Djamena + n. 1 day-use alla fine del viaggio + 2 pernottamenti al lodge di Zakouma nel Parco Nazionale di Zakouma, 12 pernottamenti al campo
- trattamento di pensione completa durante tutta la spedizione ad eccezione di due pranzi e due cene a N'Djamena
- tutto ill materiale da campo, ad eccezione del sacco a pelo, del cuscino e degli asciugamani
- guida italiana

La quota non comprende:
- volo dall'Italia e relative tasse aeroportuali
- visto d'ingresso (Euro 150,00)
- assicurazione personale
- l'ingresso al Parco Zakouma (Euro 15,00)
- l'acqua in bottiglia e le altre bevande
- i due pranzi e le due cene a N'Djamena
- le mance e quanto non espressamente citato nella quota comprende





Galleria fotografica: